Benvenuto - Gruppo Alpini di Laives

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia del Gruppo

Il Gruppo venne costituito nell’ottobre del 1929 sotto la guida di Serafino Mazzarol. Nel 1943, in seguito alle vicende legate all’armistizio, anche il Gruppo di Laives, come tutti i Gruppi Alpini e le associazioni d'arma allora esistenti, venne sciolto. Nel 1949 in una situazione difficile dopo anni di guerra, quando ogni iniziativa era vista con sospetto e diffidenza, un gruppo di amici legati tra loro da vincoli camerateschi, vincendo ogni titubanza, decisero di rifondare il Gruppo Alpini di Laives. Questi Alpini, parlando di solidarietà, di amicizia e di comuni esperienze, senza polemiche e trionfalismi, raccolsero una cinquantina di persone ed aderirono all'ANA. Nella prima assemblea venne eletto capogruppo Fasanelli Rodolfo affiancato dai "socirifondatori" come Direttivo (VEDI ELENCO) . Senza sede e senza gagliardetto, sono partiti in sordina ma con tanta voglia e spirito di sacrificio. Nel 1950 prima uscita pubblica con il " Ballo scarpone " all’Hotel Casagrande che permise, con il ricavato,  di acquistare il "gagliardetto" e venne cosi inaugurato il gruppo con una grande festa alla presenza delle autorità civili, militari e religiose di Laives. Madrina venne proclamata la maestra signora Gerometta , madre di un alpino scomparso durante la 1° guerra mondiale, che fece degli alpini la sua seconda famiglia. La S. Messa fu celebrata da don Luigi SIMONI il cappellano del paese, un prete che ha sempre riconosciuto negli alpini dei veri amici . La serata fu allietata dalla fisarmonica di don Perugini, Mommolo per gli amici, dal grande cuore alpino. La prima adunata nazionale alla quale partecipò il Gruppo fu quella di Genova (1952). Fu fondato anche un coro, il "Latemar", che cantò anche alla RAI e fece vari concerti ma i problemi finanziari non permisero il proseguimento dell'attività. Da qui inizia la lunga storia del Gruppo Alpini di Laives che ci porta ai giorni odierni. Negli anni si sono susseguiti vari capogruppi (VEDI ELENCO). Non avendo per anni una sede propria, il Gruppo si ritrova per la sua attività, nei locali pubblici del paese o presso le abitazioni dei soci, meglio nelle "caneve". Nel 1984 il comune diede in uso al Gruppo, un locale nella vecchia scuola del paese, in via Pietralba. Dal 18 luglio 1998, la sede del Gruppo si è trasferita negli attuali locali, siti in via Pietralba 37. Nell’ottobre 2009 è stato festeggiato l’80° di Fondazione con una grande mostra fotografica storica del gruppo, una sfilata per il paese al seguito della Banda Alpina e delle Autorità, la S. Messa, la commemorazione con consegna di attestati di merito ai soci più anziani e infine il rancio alpino. Per rendere più solenne l'avvenimento è stato posato un cippo a ricordo dei "Caduti in guerra e in pace di ieri e di oggi" sul prato antistante la Caserma GUELLA sede del 7° Reggimento Carabinieri TT. AA., ma già sede di un Reparto Autieri della Tridentina destinato al fronte russo e successivamente soppresso.

Alpino vuol dire: Amicizia,Solidarietà, Attaccamento ai valori ed alle tradizioni dei nostri padri, Amore per questa nostra terra così viva e così splendida

 
Torna ai contenuti | Torna al menu